Skip to: Site menu | Main content

Trofeo Drs Italia 2011

 TROFEO DRS ITALIA
DI CORSA VIRTUALE
L'EDIZIONE DEL RINASCIMENTO

DATA DI SVOLGIMENTO: Domenica 25 settembre 2011. Partenza in contemporanea alle ore 9 del mattino (Italia). Partenze scaglionate nel resto del mondo a seconda del differente fuso orario.

PERCORSO: La lunghezza da coprire è stata stabilita in km 10. Dato il carattere virtuale della gara, ogni partecipante può correre dove e come vuole. Vengono considerati validi ai fini della classifica finale sia percorsi di allenamento che prove sostenute nell'ambito di altre manifestazioni sportive, anche di lunghezza superiore ai dieci chilometri, purché effettuati nella data e nell'orario di svolgimento stabilito. La gara può essere portata a termine su qualunque terreno (strada, sterrato, pista). I concorrenti possono correre da soli o insieme ad altri podisti, appartenenti o meno a Drs Italia. La partecipazione di podisti non appartenenti a Drs Italia è benvenuta.

ISCRIZIONI: gratuite.

CLASSIFICHE: Sono previste classifiche in base al tempo finale conseguito. I concorrenti non appartenenti a Drs Italia saranno classificati in corsivo. Ogni concorrente è tenuto ad effettuare personalmente il proprio rilievo cronometrico. I partecipanti dovranno compilare - entro e non oltre tre giorni dallo svolgimento della gara - l'apposita scheda di avvenuta partecipazione indicando il proprio nome, cognome, data di nascita, luogo di svolgimento della prova, tempo impiegato per coprire la distanza di dieci chilometri, appartenenza o meno alla lista di Drs Italia. Attenzione: queste informazioni non devono essere inviate alla lista di Drs Italia ma solo al coordinatore per permettere la pubblicazione inedita della classifica finale. Dato il carattere ludico della manifestazione ci si appella alla lealtà sportiva del singolo concorrente. Non si accettano reclami.

CRONACHE ESTINTE: I partecipanti sono inoltre invitati a compilare sempre nella stessa scheda una breve cronaca della loro performance (massimo dieci righe). Attenzione: la cronaca deve possibilmente essere differente da un eventuale commento spedito "a caldo" alla lista.

INFORMAZIONI: Per qualunque domanda rivolgersi al Coordinatore Drs Italia.

PATROCINIO: Questa corsa è patrocinata dalla rivista mensile elettronica "ePodismo".

  
 DRS ITALY TROPHY
VIRTUAL FUN RUN
THIRTEENTH ANNUAL EDITION

WHEN: Sunday September 25, 2011. Simultaneous official start at 9 in the morning (Italian time). Staggered starts in the different countries of the world according to each time zone.

COURSE: The distance to cover has been estabilished in 10 kilometers (6.2 miles). Because this is a virtual race, each participant can run anywhere in the world. The final results will consider valid any time obtained on training courses or within other running events (even if longer than 10 kilometers) as long as the participant is running on the official date of the event. The event can be ran on any terrain (asphalt, dirt road, track). Each participant can run alone or with other runners, even if the other runner do not belong to the Dead Runners Society. This edition welcomes the participation of runners not belonging to the Dead Runners Society.

ENTRY FEE: none.

RESULTS: The participants will be listed in the results according to their final time. Runners not belonging to the Dead Runners Society Italia will be listed in italic. Each participant is responsible for timing his or her own performance. There is a three-day limit for each participant to fill out a form containing first name, last name, birth date, nationality, location where the event took place, time, and name of the chapter of the Dead Runners Society the participant belongs to (if any). Being this a virtual event run for fun, please be fair. No complaints are accepted.

INFORMATION: Should you have any question, feel free to ask the Drs Italia coordinator. Sorry English only.

SPONSORSHIP: This event is sponsored by the Italian running magazine "ePodismo".

Albo d'oro / Statistics

Trofeo Drs Italia 1999, prima edizione, 19 settembre: 75 concorrenti
Trofeo Drs Italia 2000, seconda edizione, 17 settembre: 25 concorrenti
Trofeo Drs Italia 2001, terza edizione, 16 settembre: 48 concorrenti
Trofeo Drs Italia 2002, quarta edizione, 15 settembre: 47 concorrenti
Trofeo Drs Italia 2003, quinta edizione, 14 settembre: 45 concorrenti
Trofeo Drs Italia 2004, sesta edizione, 12 settembre: 49 concorrenti
Trofeo Drs Italia 2005, settima edizione, 18 settembre: 65 concorrenti
Trofeo Drs Italia 2006, ottava edizione, 17 settembre: 33 concorrenti
Trofeo Drs Italia 2007, nona edizione, 16 settembre: 37 concorrenti
Trofeo Drs Italia 2008, decima edizione, 14 settembre: 41 concorrenti
Trofeo Drs Italia 2009, undicesima edizione, 13 settembre: 21 concorrenti
Trofeo Drs Italia 2010, dodicesima edizione, 26 settembre: 5 concorrenti
Trofeo Drs Italia 2011, tredicesima edizione, 25 settembre: 36 concorrenti

Risultati & Cronache estinte / Results & comments

  1. 37.28 - Paolo Luigi Lupi (Toscana)

  2.  
  3. 38.22 - Gianluigi Zuccardi Merli (Lombardia)
    Effettuati 2x2000 + 2x1000 recupero 1000 in preparazione della "DeejayTen", in preparazione della "Mezza di Pavia", in preparazione... "Boston Marathon" the revenge.

  4.  
  5. 39.40 - Mattia Freddi (Emilia Romagna)
    Ho corso questa edizione del "Trofeo Drs Italia" vicino a casa. Prima edizione della corsa a favore dell'associazione Amici del cuore. Pochi partecipanti, ma davanti quei quattro o cinque assatanati non mancano mai. La gara si snoda sulle rive del Po. Un paio cedono così riesco ad arrivare quinto e vincere una maglietta tecnica ed un salame. Sono soddisfatto perché nelle settimane scorse ho lavorato sopratutto sulla mountain bike.

  6.  
  7. 39.40 - Carlo Frezzotti (Carlo Frezzotti)
    Si trattava di una mezza maratona, la "BioHalfMarathon" di Grosseto. Bella gara, con una buona organizzazione. Non c'era il caldo di agosto però un po' lo si è sentito comunque. Ho chiuso in ventitreesima posizione assoluta (e sono andato a premio di categoria) ed ho avuto la bellissima soddisfazione di abbassare il mio personale sulla distanza ad 1:24.32. Ottima giornata.

  8.  
  9. 39.57 - Andrea Miscetti (Toscana)

  10.  
  11. 40.50 - Roberto Elli (Emilia Romagna)
    Gara di mezza maratona con 291 partecipanti che faccio in preparazione della maratona di Carpi; temperatura gradevole in partenza, poi caldo/umido. Parto con idea di farla a 4.30 di media, ma quando ho il pettorale addosso so come va a finire: al terzo chilometro comincio ad accelerare ed a passare podisti su podisti. Alla fine media 4.05, 42° assoluto, 3° di categoria (solo due del 1960 davanti a me del 1958). Buone le sensazioni anche se mi fanno un po' male le giunture delle anche: la colpa non è della corsa ma dei cinquanta quintali di legna che il giorno prima mi sono caricato, scaricato ed impilato a casa! Non ho più l'età per certe cose!!!

  12.  
  13. 40.50 - Pier Paolo Stefanopoli (Sardegna)
    Fatto nella pineta di Nuoro. Si tratta dei secondi dieci chilometri di un medio da venti chilometri. Percorso mosso, irregolare, muscolare. Gambe ottime, il fisico ha risposto bene nonostante abbia corso in completo solitario.

  14.  
  15. 42.20 - Gianpiero Leggieri (Lombardia)
    Bella giornata il sole splende alla "The Media Running Challenge", bella gara a scopo benefico. Obbiettivo correre sotti i quarantadue minuti per poter abbattere il primato personale, la forma è buona ma il caldo non promette bene. Cerco di tenere il ritmo di 4.15, il percorso a tratti sul pavè non facilita la cosa, chiudo tenendo il ritmo costante, ma - ahime! - venti secondi troppo lento.

  16.  
  17. 43.26 - Francesco Mapelli (Lombardia)
    Nei dintorni di casa!

  18.  
  19. 43.26 - Marco Pesce (Liguria)
    Clima perfetto, un po' di traffico automobilistico (ho corso sulla strada statale 45 tra Loco e Montebruno) ma tutto sommato buone sensazioni. Il circuito è per me un classico del "Trofeo Drs Italia" e quindi confrontabile con i risultati degli anni precedenti. Tutto sommato l'età che avanza non si fa sentire più di tanto. È sempre un piacere correre insieme a tanti amici anche se solo virtualmente.

  20.  
  21. 44.07 - Giovanni Chessa (Umbria)
    I primi dieci chilometri di un'uscita di corsa lenta, da solo, la domenica mattina.

  22.  
  23. 44.52 - Enrico Olivieri (Toscana)

  24.  
  25. 45.12 - Giancarlo Casentini (Lazio)
    Gara sociale da non mancare, esigenza però di fare un lungo. Soluzione: si arriva presto sul luogo di partenza e si parte subito a macinar chilometri. Dopo averne fatti diciassette ci si mette la canotta della società, si saluta, si chiacchiera un po' con amici e si parte con l'ottica di completare il lungo, dieci chilometri movimentati, con i frontisti in molti a cogliere l'uva e portare a termine anche il "Trofeo Drs Italia".

  26.  
  27. 45.22 - Luca Speciani (Germania)
    Primi dieci chilometri della "Berlin Marathon". As usual, "züper"!

  28.  
  29. 47.00 - Emile Dupont (Toscana)
    Primi dieci chilometri della maratona corsa durante la staffetta "Elbaman". Non ho messo il tempo sugli ultimi dieci chilometri per amore di decenza.

  30.  
  31. 47.14 - Andrea Fadda (Umbria)
    Splendida giornata dal punto di vista climatico. Partenza ed arrivo allo stadio di Narni, con tanto di giro di pista finale. Gara abbastanza complicata con i primi quattro chilometri facili, poi due salite, la seconda di un chilometro e mezzo abbastanza impegnativa, intervallate da un breve rettilineo. Finale abbastanza piatto con un paio di cavalcavia a rompere il ritmo. Partito in progressione, stringendo i denti sulle salite e difendendomi nel finale. Abbastanza soddisfatto nel complesso.

  32.  
  33. 47.22 - Paolo Cova (Lombardia)
    Questa mattina avevo in programma un lungo. Sono andato a Pianengo dove c'era una tapasciata di trenta chilometri. Ottima corsa e organizzata bene, molta partecipazione. Sono riuscito anche a fare una leggera progressione. Il tempo è stato rilevato nei chilometri dal decimo al ventesimo.

  34.  
  35. 47.49 - Franz Rossi (Svizzera)
    Una rincorsa in onore del "Trofeo Drs Italia". Ci voleva il trofeo di corsa virtuale degli estinti per farmi tornare a correre sull'asfalto. Ultima puntata marzo (la maratona di Treviso) e la "Monza/Resegone" in giugno, dove devi correre trenta chilometri su strada prima di affrontare la salita finale (metà asfalto e metà montagna). Comunque, domenica mattina puntata a Lugano per la "Stralugano". Mi sono iscritto alla trenta chilometri, visto che mi serve come lungo per un altro appuntamento di ottobre. Sono andato insieme ad alcuni amici che correvano la dieci chilometri, spogliatoi separati, così prima della partenza passo da loro per l'ultimo saluto e per lasciare il cellulare... ma non mi accorgo che nel frattempo sono arrivato a tre minuti dalla mia partenza. Riscaldamento di corsa dallo spogliatoio della dieci chilometri fino alla piazza di Lugano, arrivo in tempo per sentire lo speaker che annuncia che manca un minuto. Mi rilasso e "5, 4, 3, 2, 1" sono di nuovo in moto. Grande partecipazione a questa gara, devo zigzagare parecchio per guadagnare posizioni e così, senza accorgermene, tengo un ritmo elevato. Quando passo al quinto e mi accorgo di essere sotto i cinque minuti al chilometro di media; decido di proseguire a spingere per segnare un tempo decente (per me ovviamente) al "Trofeo Drs Italia". Passo il decimo chilometro in 47.49 e sono molto soddisfatto, tanto che decido di continuare su questi ritmi, ma dopo la mezza (passata comunque in 1:43 e spicci) inizio ad accusare il colpo. Come al solito, troppo veloce in partenza. Si invecchia ma non si impara mai. Archiviato il trofeo virtuale si torna sui monti: tra due settimane tocca alla "ArrancaBirra" e mi sto allenando con grande cura (ripetute su weiss e birre rosse). Buone corse a tutti.

  36.  
  37. 48.35 - Mara Antongiovanni (Toscana)
    Domenica di buon ora, allenamento post-gara del sabato alla tapasciata del Trofeo Podistico Lucchese in quel di Lunata.

  38.  
  39. 48.45 - Roberta Elia (Toscana)
    Tempo rilevato al passaggio del decimo chilometro nell'ambito della gara di mezza maratona.

  40.  
  41. 49.07 - Claudio Ferrari (Lombardia)
    Ne avevo voglia zero, di uscire a correre, volevo rimanere ancora a letto, ma il Trofeo della rinascita doveva essere onorato, altrimenti che rinascita sarebbe stata? Per minimizzare il tempo, ho deciso quindi di fare il mio solito percorso fino a Chiaravalle e ritorno. Dopo i primi due chilometri cittadini, ovviamente deserti, prendo la direzione del parco Vettabbia, dove incontro altri runner, ciclisti e pastori di cani. Sono partito con l'idea di stare sotto i cinquanta minuti per cui mi attacco al ritmo di poco inferiore ai cinque al chilometro ed infilo una serie di chilometri tutti tra i 4.50 e i 4.55. Passo davanti alla splendida abbazia di Chiaravalle, al sesto chilometro faccio dietrofront e resisto al ritmo fino al decimo chilometro, dove mi fermo a una fontanella, poi finisco i dodici chilometri con due chilometri di relax a 5.05. Tempo totale sui dodici chilometri 59.18. Tempo per il "Trofeo Drs Italia", i primi dieci chilometri: 49.07.

  42.  
  43. 49.23 - Mauro Lupi (Toscana)
    "Trofeo Riccardo Neri" a Gambassi Terme. Collinare di tredici chilometri e mezzo.

  44.  
  45. 52.00 - Mauro Ghirlanda (Liguria)
    Imbarazzante prova post matrimonio un po' troppo alcolico incluso un paio di stop sul lungomare di Genova. Non mi ricordavo così dura una decina su strada... rinata la lista, rinasco io.

  46.  
  47. 52.00 - Piero Gala (Liguria)
    Nonostante le stanche membra abbiano riposato solo cinque ore (sigh) la corsetta sulla strada litorale che, partendo da Boccadasse arriva a Nervi e ritorno si è sviluppata su ritmi non proprio da primato sulla maratona (ma se avessi voluto...), facendomi godere della bellezza della costa e del mare. Questo tratto l'ho già corso centinaia di volte eppure non riesco ad abituarmi alla sua bellezza...

  48.  
  49. 52.54 - Stefano Bressan (Veneto)
    Partito alle ore 17 su percorso cittadino pieno di gente a spasso. Ho fatto il doppio della fatica perché oltre a sopportare il caldo di questa torrida fine estate ho dovuto correre con gli addominali contratti per nascondere la pancia (di solito corro alle cinque e mezzo del mattino e non mi vede nessuno). Mai più a quest'ora.

  50.  
  51. 54.35 - Mauro Zandonà (Lombardia)
    Prima parte di un lungo di ventiquattro chilometri corsi in scioltezza di primissima mattina.

  52.  
  53. 54.50 - Paolo Cannas (Sardegna)
    Il teatro della mia prestazione estinta è stato il classico lungomare Poetto di Cagliari. Lo svolgersi della corsa ha avuto tutto il necessario per renderla veramente estinta. I primi 7000 metri sono stati tirati al massimo, i seguenti 1800 il calo è stato sensibile. A questo punto si è spento il Garmin e gli ultimi 1200 metri sono stati chiusi al passo. Così facendo ho coperto tutti gli stili di corsa, compreso il recupero al passo!

  54.  
  55. 58.36 - Mauro Monciatti (Perù)
    Gara di dieci chilometri organizzata dalla municipalità di Magdalena del Mar, facente parte della città di Lima. Ho partecipato soprattutto perché volevo poter riempire la scheda del "Trofeo Drs Italia", come ogni anno. Il fatto è nel pomeriggio di ieri avevo partecipato ad un HHH (Hash House Harriers) di tredici chilometri e mezzo. Per chi sa di che si tratta, è chiaro che lo sforzo non è grandissimo, però io ho i miei limiti, oltre all'età (58 anni)... Poi stamani era una giornata bruttina, tipica della Lima invernale, senza sole, con alta umidità; insomma non stimolava molto alla corsa. Infine il percorso era completamente urbano, quindi non molto interessante: sono ormai sei anni e mezzo che sto in Perù e le gare urbane su percorsi che più o meno già conosco non mi attraggono più. Detto questo, fa piacere ritrovare gli amici corridori, ed è sempre bello rinnovare il gusto della partenza tutti insieme, ripetere il viaggio nel corpo e nella propria mente che ritrovi ad ogni nuova gara, ogni volta diverso. Insomma piano piano i miei dieci chilometrucci me li sono fatti, mi sento bene e ringrazio Dio (qualunque sia) per darmi questa possibilità di benessere fisico e mentale. Buone corse a tutti, e... alla prossima.

  56.  
  57. 59.54 - Ettore Coppola (Campania)
    Napoli, lungomare. All'ottavo chilometro mi si è contratto il polpaccio, in maniera materiale e non virtuale, ma stoicamente ho concluso la gara virtuale.

  58.  
  59. 1:00.15 - Paolo Manelli (Emilia Romagna)
    Tempo preso al decimo chilometro della mezza di Taneto, sfiorato il muro dell'ora... ma per ora va bene così. Terza mezza maratona consecutiva, chiaramente senza allenamenti intermedi, ma i risultati pian piano arrivano: fino al sedicesimo chilometro sembrava quasi che corressi, dopo uno squallido trascinarsi al traguardo...

  60.  
  61. 1:01.56 - Andrea Busato (Friuli Venezia Giulia)
    Il trofeo virtuale Drs 2011 mi dà l'opportunità di rientrare dopo tanto tempo ad una manifestazione ufficiale, anche se era soltanto una marcia non competitiva (per l'esattezza la "Marcia del Castello", nel quartiere di Torre di Pordenone), di cui ho scelto la distanza di undici chilometri (risultati alla fine 10.800 con satellitare dell'amico Roberto). Dopo un anno di podismo che è stato al massimo jogging non posso che puntare ad un mix di corsa e passeggiata, in compagnia dell'amico Roberto che rientra da tre settimane di stop completo per infortunio. Partiti alle 8.30, ai dieci chilometri esatti del satellitare il crono per poco non stava entro l'ora, segno che quando correvamo andavamo quasi sicuramente sotto i cinque minuti al chilometro. Più di così non potevo neanche immaginare. Bella giornata di sole, comunque non troppo calda, le zone sono campagne percorse centinaia di volte: grazie alla Dead Runners Society che mi ha dato lo stimolo per tornare a correre. E speriamo che sia solo l'inizio... ;-)

  62.  
  63. 1:06.23 - Nicola Bovio (Piemonte)
    Una sofferenza pazzesca. Problemi di muscolari ai polpacci già dal terzo chilometro. Speravo di divertirmi di più e certamente di star sotto il tempo in cui un tempo correvo la mezza, ma ho fallito. Oggi zoppico un po' ma sono felice di essere in classifica anche se mi sa che vado per l'ultima piazza...

  64.  
  65. 1:07.12 - Alberto Ceccarelli (Toscana)
    Il "Trofeo Drs Italia" è stata l'occasione di tornare a correre almeno dieci chilometri di fila. Per motivi familiari ho anticipato la partenza alle 8:15. Direzione come sempre la pista ciclabile a Lido di Camaiore. Gambe dure, fatica, ma il fiato ha retto. Mi sono lasciato trasportare dalla musica, variando il passo secondo i brani che si succedevano casualmente. Poco dopo il giro di boa ho incontrato un amico con il quale ho proseguito. Una bella chiacchierata in cui abbiamo fatto un mucchio di programmi corsaioli. Ho terminato stanco, ma soddisfatto, in un'ora e pochi secondi. Da qui comincia la rinascita.

  66.  
  67. 1:23.00 - Edda Lucchini (Lombardia)
    Ho corso lungo la strada dal parco del Centenario a Muggiano, andata e ritorno, al massimo delle mie possibilità attuali (per il futuro non credo). Il percorso non è misurato però dovrebbero essere dieci chilometri anche se sono precisi. Il mattino all'alba, la strada è in campagna dov'è molto rilassante correre.

  68.  
  69. 1:25.00 - Indro Neri (Stati Uniti d'America)
    Corsa trail in montagna, almeno posso usare la scusa della salita a gattoni per giustificare il tempo impiegato. Panorama mozzafiato della valle dall'alto del "poggio" e dolori muscolari che ancora mi accompagnano a salire e scendere le scale.

  70.  
  71. 1:27.00 - Ruggero Cassanelli (Lombardia)
    Inserisco i chilometri dal secondo all'undicesimo della tapasciata di Rho (21 chilometri), corricchiata piano piano ma senza mai fermarmi, nemmeno ai ristori. Sono partito prestino, verso le 7,30, quando il percorso non era ancora completamente controllato. E sul tratto che differenzia la ventuno dalla tredici ho incontrato (sì, vuol dire "mi hanno superato") tre persone. Insomma, gloriosa solitudine.

Montepremi / Prizes

Con il consueto slancio di generosità senza pari, come già nelle passate edizioni, gli estinti si sono frugati le tasche ed hanno deciso di mettere in palio alcuni premi, la maggior parte dei quali da estrarre a sorte. L'estrazione dei premi a sorteggio è stata effettuata con la seguente modalità: il libro di William Goldman "Il maratoneta" è stato aperto a caso e partendo dal primo arrivato, è stata fatta una specie di conta (tipo ambarabaciccicoccò) fino al numero di pagina del libro, ripetendo questa "estrazione" fino ad esaurimento premi e saltando ogni volta gli eventuali vincitori di un premio precedente, i concorrenti non appartenenti a Drs Italia e chi ha messo in palio il premio nel caso la fortuna avesse favorito vincite "in proprio". Nella prima colonna leggasi il premio, nella seconda chi lo ha offerto e nella terza ed ultima colonna chi lo ha vinto.

Importante: è responsabilità degli estratti a sorte contattare chi ha offerto il premio per mettersi d'accordo sulle modalità della consegna.

Gubana dello zio BusyAndrea BusatoPaolo Cova
Libro "Ricette francesi di trippa"Indro NeriPiero Gala
Libro "Il cielo senza una nuvola" del bellinzaghese Michele BrusatiNicola BovioStefano Bressan
Bottiglia di birra produzione Ghirlanda DocMauro GhirlandaRoberto Elli
Canotta running con il logo Roby RunRoberta EliaMauro Lupi
Pandulse recchellinoPaolo De ZordoAndrea Miscetti
Bottiglia di nocino 2011 fatto in casaGiovanni ChessaPaolo Luigi Lupi
Abbonamento annuale a "XRun"Franz RossiMara Antongiovanni
Confezione di Lambrusco reggianoPaolo ManelliEttore Coppola
Libro sull'allenamento sulle mura di Lucca scritto da un amico podistaMara AntongiovanniAndrea Busato
Bottiglia di Amarone della ValpolicellaClaudio FerrariEnrico Olivieri
Bottiglia di CannonauPaolo CannasRoberta Elia
Premio a sorpresaEmile DupontAlberto Ceccarelli
Cena presso il ristorante caffè eno-libreria Nouvelle Vague di GenovaPiero GalaFrancesco Mapelli
Compilation musicale su chiavetta USB ad uso maratona in 3:30:00 con un brano lento ogni 25 minuti circa in corrispondenza dei ristoriAndrea FaddaMauro Zandonà
Bottiglia di vino tinto cantabricoAlberto CeccarelliCarlo Frezzotti
Bottiglia di Polase riserva speciale 1998 per il terzo classificato maschio con la condizione che si chiami Giovanni Chessa; bottiglia di mirto Sa Bresca Dorada per chi ottenga la prestazione maggiormente migliorativa rispetto ad una qualsiasi precedente partecipazione (in caso di mancata assegnazione: confezione di bottarga per il peggior tempo)Alberto PassettiIn caso di mancata assegnazione: Ruggero Cassanelli
Salame di produzione nostrana dell'Azienda Agricola PapettiPaolo CovaEdda Lucchini