Skip to: Site menu | Main content

Trofeo Drs Italia 2009

 TROFEO DRS ITALIA
DI CORSA VIRTUALE
UNDICESIMA EDIZIONE

DATA DI SVOLGIMENTO: Domenica 13 settembre 2009. Partenza in contemporanea alle ore 9 del mattino (Italia). Partenze scaglionate nel resto del mondo a seconda del differente fuso orario.

PERCORSO: La lunghezza da coprire è stata stabilita in km 10. Dato il carattere virtuale della gara, ogni partecipante può correre dove e come vuole. Vengono considerati validi ai fini della classifica finale sia percorsi di allenamento che prove sostenute nell'ambito di altre manifestazioni sportive, anche di lunghezza superiore ai dieci chilometri, purché effettuati nella data e nell'orario di svolgimento stabilito. La gara può essere portata a termine su qualunque terreno (strada, sterrato, pista). I concorrenti possono correre da soli o insieme ad altri podisti, appartenenti o meno a Drs Italia. La partecipazione di podisti non appartenenti a Drs Italia è benvenuta.

ISCRIZIONI: gratuite.

CLASSIFICHE: Sono previste classifiche in base al tempo finale conseguito. I concorrenti non appartenenti a Drs Italia saranno classificati in corsivo. Ogni concorrente è tenuto ad effettuare personalmente il proprio rilievo cronometrico. I partecipanti dovranno compilare - entro e non oltre tre giorni dallo svolgimento della gara - l'apposita scheda di avvenuta partecipazione indicando il proprio nome, cognome, data di nascita, luogo di svolgimento della prova, tempo impiegato per coprire la distanza di dieci chilometri, appartenenza o meno alla lista di Drs Italia. Attenzione: queste informazioni non devono essere inviate alla lista di Drs Italia ma solo al coordinatore per permettere la pubblicazione inedita della classifica finale. Dato il carattere ludico della manifestazione ci si appella alla lealtà sportiva del singolo concorrente. Non si accettano reclami.

CRONACHE ESTINTE: I partecipanti sono inoltre invitati a compilare sempre nella stessa scheda una breve cronaca della loro performance (massimo dieci righe). Attenzione: la cronaca deve possibilmente essere differente da un eventuale commento spedito "a caldo" alla lista.

INFORMAZIONI: Per qualunque domanda rivolgersi al Coordinatore Drs Italia.

PATROCINIO: Questa corsa è patrocinata dalla rivista mensile elettronica "ePodismo".

  
 DRS ITALY TROPHY
VIRTUAL FUN RUN
ELEVENTH ANNUAL EDITION

WHEN: Sunday September 13, 2009. Simultaneous official start at 9 in the morning (Italian time). Staggered starts in the different countries of the world according to each time zone.

COURSE: The distance to cover has been estabilished in 10 kilometers (6.2 miles). Because this is a virtual race, each participant can run anywhere in the world. The final results will consider valid any time obtained on training courses or within other running events (even if longer than 10 kilometers) as long as the participant is running on the official date of the event. The event can be ran on any terrain (asphalt, dirt road, track). Each participant can run alone or with other runners, even if the other runner do not belong to the Dead Runners Society. This edition welcomes the participation of runners not belonging to the Dead Runners Society.

ENTRY FEE: none.

RESULTS: The participants will be listed in the results according to their final time. Runners not belonging to the Dead Runners Society Italia will be listed in italic. Each participant is responsible for timing his or her own performance. There is a three-day limit for each participant to fill out a form containing first name, last name, birth date, nationality, location where the event took place, time, and name of the chapter of the Dead Runners Society the participant belongs to (if any). Being this a virtual event run for fun, please be fair. No complaints are accepted.

INFORMATION: Should you have any question, feel free to ask the Drs Italia coordinator. Sorry English only.

SPONSORSHIP: This event is sponsored by the Italian running magazine "ePodismo".

Albo d'oro / Statistics

Trofeo Drs Italia 1999, prima edizione, 19 settembre: 75 concorrenti
Trofeo Drs Italia 2000, seconda edizione, 17 settembre: 25 concorrenti
Trofeo Drs Italia 2001, terza edizione, 16 settembre: 48 concorrenti
Trofeo Drs Italia 2002, quarta edizione, 15 settembre: 47 concorrenti
Trofeo Drs Italia 2003, quinta edizione, 14 settembre: 45 concorrenti
Trofeo Drs Italia 2004, sesta edizione, 12 settembre: 49 concorrenti
Trofeo Drs Italia 2005, settima edizione, 18 settembre: 65 concorrenti
Trofeo Drs Italia 2006, ottava edizione, 17 settembre: 33 concorrenti
Trofeo Drs Italia 2007, nona edizione, 16 settembre: 37 concorrenti
Trofeo Drs Italia 2008, decima edizione, 14 settembre: 41 concorrenti
Trofeo Drs Italia 2009, undicesima edizione, 13 settembre: 21 concorrenti

Risultati & Cronache estinte / Results & comments

  1. 36.40 - Mattia Freddi (Emilia Romagna)
    L'ho fatta, una pazzia, ma ho deciso di correre il "Trofeo Drs Italia" durante la "Maratonina Avis" di Novellara. Partire a balla almeno fino al decimo per poi vedere finché si resiste. Conosco bene questa gare: nel 1999 è stata la mia prima mezza maratona; si corre sulle strade dove sono cresciuto ed è organizzata dalla sezione Avis di cui sono donatore da venticinque anni. Oltre duecentocinquanta gli iscritti alla competitiva e tanti quelli forti. Parto deciso, voglio stare sotto i 37.00 nel passaggio dei diecimila e fare il mio record di quest'anno. Quando usciamo dal paese sono nel secondo gruppo a duecento metri da quelli forti. La giornata è gradevole ed il ritmo è veramente elevato: purtroppo i chilometri sono stati segnati con un tosaerba e non riusciamo a capire a che velocità viaggiamo. "3.30 è impossibile, quello prima era 3.42". Non mi preoccupo e cerco di stare coperto: ho con me l'Edge 305; non lo leggo e lascio che registri tutti i passaggi, che poi studierò alla fine. Passiamo Canolo e poi ci dirigiamo verso San Giovanni. Da lontano vediamo che il gruppetto di testa di sta sfaldando. Francesco: "Scommetto che prendiamo Lo Conte prima del quindicesimo". Angelo: "No, non mi pare che ceda tanto; lo prendiamo al diciottesimo". Finalmente passiamo il ristoro del decimo chilometro; ok per me, missione compiuta, da adesso alla fine non mi importa. Siamo in quattro. Al tredicesimo Francesco cambia ritmo, ha deciso di andare a prendere Lo Conte. Gli altri due lo seguono. Io rimango solo e sento subito che il mio ritmo cala automaticamente. Da adesso alla fine è "solitudine". Mi faccio gli ultimi otto chilometri cercando di trovare un buon passo (mi sembra di essere attorno ai 4.00 al chilometro) e difendere la mia posizione in classifica. Passo Cognento, saluto i ragazzi che presidiano gli incroci. Finalmente l'ingresso a Novellara. Qualcuno mi saluta. Ultimi cento metri e attraverso lo striscione dell'arrivo. Lo speaker Stefano Morselli mi saluta e annuncia che sono arrivato nono! Strepitoso: il GPS ha registrato 21,700 chilometri in 1:18.59. Cercavo di fare un buon tempo sui dieci chilometri ed invece a 43 anni ho fatto il mio record sulla mezza maratona. Leggendo i tempi vedo che fino al tredicesimo sono stato molto regolare sui 3.40 (passaggio ai dieci chilometri in 36.40), da qui fino alla fine ho girato attorno ai 3.50. Grazie amici estinti per avermi dato lo stimolo a compiere una, per me, piccola impresa. Ciao e buone corse da Mattia.

  2.  
  3. 41.10 - Marco Montori (Emilia Romagna)
    Il tempo è quello del passaggio in un allenamento di quindici chilometri a Castelfranco Emilia. Bella passeggiata nella campagna emiliana ed un paio di giri all'interno del parco di Villa Sorra.

  4.  
  5. 41.35 - Marco Pesce (Liguria)
    Statale 45 fra le località di Loco e Montebruno. Come sempre una bella corsa in bellissima compagnia anche se virtuale.

  6.  
  7. 41.40 - Giuseppe Menniti (Calabria)
    In una mattina assolata e calda, sul lungomare di Squillace, nel ridente omonimo golfo, non ho resistito a trasformare un medio in programma nella partecipazione alla manifestazione in questione. Supportato da quattro bagnanti tedeschi che non capivano il perché del mio accanimento a correre sotto il sole e perdipiù sul lungomare, ho chiuso le mie fatiche con un non disprezzabile tempo (visti i tempi!!). Ad maiora.

  8.  
  9. 42.13 - Pier Paolo Stefanopoli (Sardegna)
    I chilometri dedicati al "Trofeo Drs Italia" sono gli ultimi dieci del lungo da trentadue chilometri fatto in progressione questa mattina alle 6.30. Non avendo percorsi piatti nelle vicinanze, affrontiamo gli allenamenti più lunghi in preparazione alla maratona a venticinque chilometri dalla città. Il percorso è tutto un susseguirsi di leggeri saliscendi, dove si corre fianco alle vigne di proprietà della cantina di Dorgali. La strada è praticamente sempre deserta, e le uniche forme di vita che generalmente si possono incrociare sono costituite da greggi di pecore.

  10.  
  11. 43.55 - Alessio Comanducci (Umbria)
    "Trofeo Drs Italia" all'interno della "Stracastello", gara appunto di dieci chilometri. Partenza con calma, ma non troppo, per poi accelerare, non riuscendoci. Chiusa in 43.55, tutto sommato bene.

  12.  
  13. 44.47,7 - Gianluigi Zuccardi-Merli aka Deuoll (Veneto)
    Primi dieci chilometri della "Verona-Boscochiesanuova". Si parte con calma, subito al secondo chilometro la strada sale per bene: meglio prenderla con calma, ci sarà tutto il tempo per accelerare poi... L'unico pensiero che mi disturba salendo sulle Torricelle nella freca quiete del mattino: quest'anno al Trofeo mi piazzerò ancor peggio del solito, mannaggia.

  14.  
  15. 48.00 - Emile Dupont (Valle d'Aosta)
    Si parte da casa, in programma un lungo, ma con un primo tratto dedicato ai dieci chilometri del trofeo virtuale Drs! Sono con mio fratello e l'andatura è rilassata, a parte uno scatto iniziale quando un cane senza guinzaglio ci parte dietro con intenzioni non proprio rassicuranti. I dieci chilometri, chiacchierando, passano abbastanza in fretta, anche troppo in fretta per pensare di farli decentemente, ma tant'è: il tempo è quello e va rispettato. Buonissime sensazioni a correre di nuovo, dopo tanto tempo, a casa, e ottimi auspici per la mezza maratona di domenica prossima. Ma la sensazione più bella è quella di correre con voi, che non conosco ma di cui ho letto tutte le gesta.

  16.  
  17. 48.20 (*) - Paolo Pagliotto (Piemonte)
    Ho corso il "Trofeo Drs Italia" in 29 minuti circa. Il tempo è quello veramente corso! Specifico però che erano solo sei chilometri scarsi :-) Di più il convento ora non ne passa...
    (*) Proiezione sui dieci chilometri.

  18.  
  19. 49.00 - Mauro Lupi (Toscana)
    Dieci di ventuno chilometri su e giù per le colline pisane. Ricominciare a correre dopo il quasi fermo estivo è dura!

  20.  
  21. 50.19 - Giancarlo Casentini (Lazio)
    Ore 8.30 puntuale con il coach ed altri tre compagni di allenamento, a Velletri in località Pratoni del Vivaro, 650 metri sul livello del mare, frescolino gradevole dopo settimane di calura. Sul sentiero nel bosco cavalli ed amazzoni intenti in una loro manifestazione, bikers e qualche altro podista come noi, a dar fastidio ai cinghiali nel bosco dei quali si sono uditi grugniti in lontananza.

  22.  
  23. 52.40 - Piero Gala (Liguria)
    Dopo un lungo periodo di "magra" agonistica il "Trofeo Drs Italia" mi ha "imposto" di darmi una mossa e partecipare al quarto "Giro sull'acquedotto storico" a Genova. Temperatura ancora nettamente estiva e discreta partecipazione di atleti anche di alto livello. Il mio target era solo svolto a terminare la gara onorevolmente dopo un lungo periodo di mancanza di riscontri agonistici. Per i più golosi al termine, in concomitanza con la corsa, c'era la Sagra dello stoccafisso ed altre golosità. Ero tentato ma impegni precedentemente presi mi hanno distolto...

  24.  
  25. 55.00 - Mauro Monciatti (Peru)
    Ho partecipato ad una gara su strada di cinque chilometri a Lima, in Perù. La manifestazione si chiamava "Megaplaza 5K". Giornata uggiosa, molto umida, con cielo coperto. La corsa: un giro nelle strade di un brutto quartiere di Lima chiamato Independencia vicino ad un grande centro commerciale, molti cani che abbaiano, ristorantini, alberghi ad ore a basso prezzo ai lati. Il mio tempo: 25 minuti. Poi ho fatto un secondo giro del percorso a passo più lento, in mezz'ora, per un totale di 55 minuti.

  26.  
  27. 55.12,62 - Andrea Busato (Friuli Venezia Giulia)
    Titolo: "Il Trofeo Drs Italia salva Baldini". Oggi pomeriggio a Pordenone c'è il giro podistico, cui per la prima volta partecipa Baldini, all'ultima gara stagionale. Chiaro che con me nella starting list non avrebbe avuto scampo: vi immaginate che figura per un campione olimpico? Ma ecco che il "Trofeo Drs Italia" interviene a salvaguardia dell'onore delle Glorie Nazionali e, facendomi correre alle nove di mattina, lascia campo libero nel pomeriggio ai meno dotati. Corsa in compagnia in zona alta pianura a nord della città, tempo ideale. Il tutto, in questi tempi di magra podistica (e non solo), mi ha almeno riconciliato un po' col gusto di correre: per questo grazie a tutti voi e a Indro in particolare! Il crono è quello che è: la mia data di nascita, con un cinque al posto dello zero all'inizio, ma è verosimile e onesto. La gubana attende di sapere a quale vincitore andrà.

  28.  
  29. 55.40 - Antonio Brillo (Lombardia)
    Ho corso la tapaciata "Strabelot" di Trucazzano. Ho scelto il percorso di venticinque chilometri e mi sono imposto di tenere un ritmo facile perché devo recuperare la "Jungfrau Marathon" della settimana precedente. Buone sensazioni con Walter Valli e per un attimo Luca Speciani. :-)

  30.  
  31. 59.21 - Val Russell (Inghilterra)
    Second FV60. A lovely flat course through woods.

  32.  
  33. 1:02.00 - Cinzia Califano (Emilia Romagna)
    Sono partita da casa osservando con grande soddisfazione che, anche se non era proprio prestissimo, c'era poca gente in giro, e questa cosa mi piace molto: la domenica mattina succede spesso, in effetti la gente dorme un po' di più o se la prende comoda... Il fatto invece di andare fuori a far fatica non dovrebbe dare un "bonus" a chi lo fa? :-D Il percorso si è svolto per la gran parte nella famigerata zona sportiva della maratona a squadre di Scandiano, che vedeva pochi altri podisti presenti (vedi sopra). La contrattura al polpaccio destro può contare per un altro "bonus"? Eh, che guaio essere mezze cartucce!!!

  34.  
  35. 1:03.25 - Ettore Coppola (Campania)
    Come da tradizione, ho corso il "Trofeo Drs Italia" sul lungomare. Accusavo alla partenza una contrattura al bicipite femorale. Come da mia tradizione, in quale momento la contrattura è diventata bloccante? Nel punto più lontano, al giro di boa, a cinque chilometri dall'auto. In altri casi avrei preso un bell'autobus. Stavolta no, c'era il trofeone! Tre chilometri camminando e gli ultimi due di corsa lenta, molto lenta, quasi a retromarcia (se non sbaglio sto citando lo ZioBusy).

  36.  
  37. 1:03.28 - Alessaudio Mezzerari ovvero Alessandra Mezzelani + Claudio Ferrari (Lombardia)
    Idroscalo, 13 settembre 2009, ore 09:00. Io e la Mezze siamo a mezzo servizio: io per caviglie fuori uso, Ale per oltre due mesi di digiuno dalla corsa. Non vogliamo mancare al "Trofeo Drs Italia", ma nessuno di noi sarebbe in grado di fare dieci chilometri. Decidiamo quindi di fare una staffetta parallela (figlia diretta della lepre palindroma) in cui i due frazionisti corrono insieme e poi si sommano i tempi. Forse il regolamento non lo prevede... ma prevede anche che non si parli di politica... :))) Quindi ci proviamo lo stesso, lasciamo la decisione di accettare questa formula o no al giudice supremo Indro. Corriamo spalla a spalla, parlando del più e del meno, cinquecento metri di riscaldamento e poi via! Sequenza: 6.00, 6.13, 6.22, 6.23, 6.45 (perfetta progressione, niente da dire). Cinque chilometri in 31.44, per due, come fosse antani anche per lei, con la sbiriguda. Totale dieci chilometri in 63.28. Fermato il cronometro, ci condediamo altri cinquecento metri a palla!!! Bellissima corsa. Bellissima la compagnia della Mezze. [Funa, che scrive anche on behalf of Mezze, a sua insaputa]

  38.  
  39. 1:08.00 - Paolo De Zordo (Liguria)
    Trofeo corso nei primi dieci dei 12,200 chilometri fra la Manuelina di Recco, la stazione di Pieve Ligure e ritorno. Percorso: su e giù. Tempo: freschino e limpidissimo dopo cinque giorni di Canadair ad innaffiare la macchia sulle alture fra Quinto e Pieve. Partenza anticipata, alla Compa, onde evitare le auto, fastidiose lungo l'Aurelia. Serve proprio specificare quanto ci ho messo? C'erano le salite! Ok, compilo anche il campo del tempo impiegato, ma solo per la gubana da Pordenone: Busato, spedisci! :-)

  40.  
  41. 1:27.00 - Indro Neri (Stati Uniti d'America)
    La stanchezza e la lontananza dalle gare si fa sentire, e cominciano a pesare anche dieci chilometri, soprattutto se fatti in solitaria. Lo stimolo mentale di correre assieme agli altri amici estinti ha aiutato parecchio, ma il responso è stato inesorabile: devo perdere peso ed allenarmi un po' di più.

Montepremi / Prizes

Con il consueto slancio di generosità senza pari, come già nelle passate edizioni, gli estinti si sono frugati le tasche ed hanno deciso di mettere in palio alcuni premi, la maggior parte dei quali da estrarre a sorte. L'estrazione dei premi a sorteggio è stata effettuata con la seguente modalità: il libro di William Goldman "Il maratoneta" è stato aperto a caso e partendo dal primo arrivato, è stata fatta una specie di conta (tipo ambarabaciccicoccò) fino al numero di pagina del libro, ripetendo questa "estrazione" fino ad esaurimento premi e saltando ogni volta gli eventuali vincitori di un premio precedente, i concorrenti non appartenenti a Drs Italia e chi ha messo in palio il premio nel caso la fortuna avesse favorito vincite "in proprio". Nella prima colonna leggasi il premio, nella seconda chi lo ha offerto e nella terza ed ultima colonna chi lo ha vinto.

Importante: è responsabilità degli estratti a sorte contattare chi ha offerto il premio per mettersi d'accordo sulle modalità della consegna.

Gubana non più presidenziale dello zio BusyAndrea BusatoGiuseppe Menniti
Una copia del libro "Ricette regionali di trippa"Indro NeriCinzia Califano
Confezione di bottarga di mugginePierpaolo StefanopoliGiancarlo Casentini
Un "pandulse" per il quart'ultimo (l'ultimo no, perché è Indro, il penultimo no perché sono io, il terz'ultimo no perché é il Compa; il quart'ultimo è il primo che non so)Paolo De ZordoEttore Coppola
Una bottiglia di nocino fatto in casa dal sottoscrittoGiovanni ChessaClaudio Ferrari
Una copia del libro "Il cielo senza una nuvola" del bellinzaghese Michele Brusati con dedica ed autografo originaleNicola BovioMauro Monciatti
Un abitino in jersey (per donna...) della mia produzionePiero GalaAlessandra Mezzelani
Punta di formaggio Parmigiano ReggianoPaolo ManelliPaolo De Zordo
Abbonamento annuale a "XRun"Franz RossiMarco Pesce
Bottiglia di mirtoAlberto PassettiAlessio Comanducci
Set di confetture fatte in casa con frutta del nostro agriturismoAndrea ChiocciolaEmile Dupont
Una bottiglia di Amarone della ValpolicellaClaudio FerrariAndrea Busato