Skip to: Site menu | Main content

Bio di Cinzia Califano

Salve, sono stata accolta in Drs Italia, lista famigerata che mi era diventata familiare grazie a mio marito (Paolo Manelli), e grazie al fatto che poi alcuni fantastici personaggi della stessa li ho potuti conoscere personalmente una volta qui e una volta là, ovviamente nelle "location" di maratone o similari. Inutile dire che da sempre ho convissuto con scarpe, canotte sudate, ecc. data la mania di Paolo per la corsa, ma ne ero sempre rimasta estranea, evidentemente munita di anticorpi notevolissimi e resistentissimi... Si sa però che con l'età le difese immunitarie diminuiscono, e l'esposizione continua a questo "virus" alla fine ha prevalso anche su di me, che ora mi ritrovo, mio malgrado, ad essere una podista che quasi quasi vuole esordire in maratona. Si, anche io non so darmi una spiegazione convincente e scuoto la testa, ma ne prendo atto e cerco di assecondare l'evoluzione di questa malattia, curiosa di vedere quale sarà il suo apice, se ne guarirò o se peggiorerò... :-) Mi consola il fatto che può essere considerata una "pandemia" e quindi sono certa che tanti altri si ritrovano nelle mie condizioni, anche se ovviamente in stadi diversi (qui davvero il male comune è un mezzo gaudio... anzi, pensandoci meglio è un gaudio totale). Detto questo, non so se qualche dato anagrafico può essere utile, magari lo inserisco in calce giusto per inquadrare questa "paziente" appena entrata in questo mondo che ora non vede più come spettatore. (Non so come mi sia venuta questa cosa di usare termini pseudo-medici: o la continua visione di ER mi ha irrimediabilmente plagiata, o davvero inconsciamente vedo questa cosa come una "malattia" che magari mi passerà; in ogni caso non fa parte della mia professione: chiedo scusa agli eventuali medici che leggeranno :-) Cinzia Califano, nata il 3 aprile 1962 a Salerno. Vive con Paolo Manelli da tempi immemorabili a Scandiano (Reggio Emilia). Un figlio, Marco di 29 anni, che ha regalato ai suddetti un nipotino eccezionale (Riccardo). Insegna da tempi che sembrano anch'essi immemorabili (ma non abbastanza ai fini della pensione) nella Scuola Primaria, con responsabilità anche di altro genere.