Skip to: Site menu | Main content

Bio di Umberto Fancelli

Ho quarantadue anni. Correre è stata sempre un'occasione di movimento e per smaltire lo stress accumulato quotidianamente. Negli ultimi cinque anni però è diventato qualcosa di più. Dalle prime competizioni più o meno ufficiali, i tempi delle mezze maratone che diminuiscono (anche se non allenandomi più di tanto non sono ancora riuscito a scendere sotto l'ora e trentasette sulla mezza), finalmente la mia prima maratona fatta a Firenze nel 2004 con il tempo di quattro ore e un minuto, preparata poco all'aperto e molto sul tapis roulant, sempre per motivi di tempo. Sono un podista che vorrebbe sempre fare di più anche se al momento sarebbe un successone riuscire a mantenere l'attività come lo è stata fino ad ieri. Correre è diventato una necessità ed il fisico lo ricerca tutti i giorni. È veramente una passione, e, quando non si corre, è bello leggere le riviste sul tema, visitare i siti Internet, entrare a far parte di gruppi come questo che almeno in testa di fanno stare in movimento. Grazie, ciao a tutti.