Skip to: Site menu | Main content

Bio di Michele Parodi

Mi chiamo Michele Parodi. Sono nato l'11 giugno del 1963 a Chiavari (Genova), dove attualmente svolgo la mia attività di odontoiatra insieme a mia sorella Paola. Sono sposato e padre di Annalisa ed Alessandro rispettivamente di 6 e 3 anni. Con Silvia, mia moglie, condividiamo molti interessi comuni, ma il nostro comune denominatore è senz'altro la passione per lo sport. Amiamo e pratichiamo lo sci, il nuoto, l'arrampicata sportiva, ma soprattutto la corsa. Ho cominciato a correre all'età di 15 anni facendo qualche campestre ai Giochi della Gioventù: da allora si può dire che la corsa, anche se a fasi alterne, è stata la mia attività sportiva preferita seppur non vissuta a livello agonistico, ma come semplice momento di distensione, di svago o di allenamento per altri sport. Nel 2000 insieme a Stefano Rossi, amico oltreché cognato (anche lui fresco iscritto alla Drs) abbiamo cominciato a correre insieme avendo come comune obiettivo quello di perdere peso: abbiamo preparato così, per pura scommessa, la nostra prima mezza (Varazze). Da quel giorno è stata una escalation di gare e fino ad oggi non ci siamo più fermati! Ho corso oltre una trentina di mezze ed undici maratone portandole tutte a compimento con tempi che vanno dalle 3:51 di Venezia 2000 alle 3:14:41 di Torino 2004. Ma la mia più grande gioia podistica è senz'altro rappresentata dall'aver corso il 29 maggio del 2004 la "100km del Passatore": passare sotto il traguardo in 10:56 e non riuscire a trattenere le lacrime per la gioia è stata un'esperienza indimenticabile, che consiglio a tutti gli amanti della corsa! Amo in modo particolare correre in mezzo alla natura senza condizionamenti cronometrici per il puro piacere di correre! Appartengo ormai da tre anni al gruppo sportivo Maratoneti del Tigullio con cui organizziamo ogni anno bellissime gare nel nostro entroterra oltre che la famosa "Marcia di Chiavari". Sono venuto a conoscenza della Drs e degli estinti l'anno scorso durante la maratona di Milano quando intorno al ventesimo chilometro ho notato un gruppo di persone che incitavano l'amico Michele Vallerini: alla mia domanda su chi fossero Michele mi ha parlato della Drs, ed oggi... eccomi qua!