Skip to: Site menu | Main content

Bio di Massimo Guarnieri

Ciao. Sono Massimo Guarnieri e da quando sono nato (circa 38 anni fa) risiedo a Parma anche se dal 2000 abito in un piccolo paese (Sorbolo) distante non più di dieci chilometri dalla città. Mi sono laureato in economia e, dopo una breve esperienza in un'azienda bolognese, ho iniziato a lavorare nel Gruppo Barilla dove mi sono occupato di controllo, di finanza e, da alcuni mesi a questa parte, di fiscalità internazionale. Sono spostato con Sabrina e abbiamo due piccole pesti: Matteo e Marco rispettivamente di 5 e 3 anni (ritratti nella foto insieme al sottoscritto in occasione della staffetta Drs di Scandiano del 2002). Ho sempre praticato sport fin da bambino; in particolare ho giocato a basket per circa venti anni. Dopo il basket ho scoperto gli sport di resistenza quali la corsa, la bicicletta, il nuoto, lo sci di fondo, eccetera; mi sono cimentato anche in gare di duathlon che trovo particolarmente divertenti. Ho iniziato a correre seriamente nel 1993 anno in cui ho partecipato alla mia prima maratona (Venezia); fino al 1997 ho praticato con una certa assiduità la corsa raggiungendo nel 1996 i miei migliori risultati: 38.50 nei 10.000, 1:24 nella mezza maratona e 3:13 nei classici 42,195 chilometri. La nascita del primogenito ha comportato enormi soddisfazioni ma anche minor tempo da dedicare al podismo; ne ha sofferto, in particolare, Sabrina che ha pressoché cessato la sua attività (dopo che nel 1994 aveva coronato il suo sogno di partecipare alla maratona di Londra riuscendo a correre per tutte le 26 miglia). Negli ultimi anni tendo a dedicarmi alla bicicletta nel periodo primaverile che, in genere, culmina con la partecipazione ad un paio di Gran Fondo; l'autunno e l'inverno mi vedono più impegnato nel running. Da quando ho scoperto la lista degli estinti (grazie al libro di L. Speciani "Lo zen e l'arte della corsa") è tornata una prepotente voglia di running che cerco di soddisfare anche grazie all'infinita disponibilità e solidarietà della mia famiglia. Buone corse a tutti.