Skip to: Site menu | Main content

Bio di Riccardo Taolin

Sono nato a Venezia (città magica) il 18 giugno del 1959 e abito a Mestre (città un po' meno magica, anzi direi bruttina) e di lavoro faccio il responsabile commerciale di un'azienda che produce film industriali e documentari. Sono divorziato, single e non ho figli. Le mie passioni sono: la musica tutta, ho lavorato parecchio con la musica classica, e gli strumenti musicali la loro storia (da sempre), la corsa (da un anno circa) e faccio qualche discreta fotografia (da parecchio). Il mio rapporto con lo sport inizia il 1 gennaio 2001, il mio peso raggiungeva 116 chilogrammi per un'altezza di 1,82... troppo, dovevo dimagrire. In sei mesi riesco, da solo, ad arrivare a 106 chili, ma oltre diventa difficile e chiedo aiuto ad Antonello (medico, amico, compagno di scuola) che più che darmi una dieta mi insegna a mangiare meglio. Contemporaneamente due mie preziosissime e sportivissime amiche Roberta e Daniela, mi trascinano con il loro entusiasmo nel nuoto, nella bicicletta... e nella corsa. All'inizio ritenevo impossibile trasformare uno come me, che non ha mai praticato uno sport in vita sua, in un atleta o quasi, ma a poco a poco con l'aiuto, la pazienza e la costanza di Roberta e Daniela, il germe della corsa si è impossessato di me e come diceva il Dott. Frankenstein (nel film "Frankenstein Junior"): "...si può fare!". Ora peso 93 chilogrammi e la corsa è lo sport che preferisco, mi alleno 3 o 4 volte alla settimana, dall’ottobre 2001 ho partecipato ad una ventina di gare con varie distanze tra cui: "Cortina/Dobbiaco" in 3:01.34 (vedi foto), "Le Tre Cime di Lavaredo" in 3:27 e il 27 ottobre alla "Venicemarathon" in 4:16.22 (questo è quello che ho potuto vedere dal cronometro all'arrivo, visto che per l'emozione ho dimenticato a casa il chip). Corro per una simpatica società che si chiama Amatori Atletica Chirignago di Mestre in cui corre anche Giovanni a cui devo moltissimo in termini di consigli e attenzioni e non ultimo di avermi fatto conoscere gli estinti.