Skip to: Site menu | Main content

Bio di Gianluigi Zuccardi–Merli

Mi chiamo Gianluigi Zuccardi–Merli, sono nato a Milano il 13 febbraio 1955 e a Milano ho sempre vissuto. Di professione sono medico dentista... e già qui vedo un sorriso apparire sul volto dei miei 25 lettori... Come ho iniziato a correre? Il tempo passa sulle memorie, ma tutto ebbe inizio "un giorno triste di febbraio": tra un esercizio in palestra, un appuntamento che salta, succede di scoprire il cardiofrequenzimetro e, si sa, tutte le cose nuove attirano. Uno inizia a provare la sua resistenza una prima volta, poi una seconda, ci prende gusto, ha una compagna che abita sul lago di Garda (Annamaria), il lungolago tra Garda e Lazise è incantevole... e tutto il resto viene da sé. A questo punto sente un bisogno, quello di documentarsi, e arriva alla Dead Runners Society! La mia prima gara è recente: la "Stramilano" del 1999. Tempo 1:32.11, la conseguenze: unghie nere, vesciche ad entrambi i piedi, allettato per una settimana. Ma figuratevi se mi basta; inizio addirittura a cullare l’idea della maratona. La prima la corro a Venezia il 24 ottobre 1999, in 3:22 e sopravvivo. Pensate che finisca qui? Naturalmente no! L’impegno si fa sempre più assiduo: tabelle pizzolatesche in testa arrivo ad allenarmi cinque giorni alla settimana; da povero cittadino milanese mi devo dividere tra le amene plaghe del Parco Nord (chiuso tra i casermoni di Cinisello Balsamo e Sesto San Giovanni) e la storica pista della Pro Patria, società per cui sono tesserato. Il 28 ottobre 2001 riesco ad abbattere il mitico muro delle tre ore e tocco il cielo con un dito... restandone fulminato!!! (cfr. foto).