Skip to: Site menu | Main content

Bio di Mario Rizzi

Cognome e nome: Rizzi Mario. Città di appartenenza: Appiano Gentile (Como). Regione di appartenenza: Lombardia (per ora). Data di nascita: 12 maggio 1962. Professione: Insegnante di inglese in un liceo. Hobby: Corsa (ovviamente), lettura, musica (ogni genere), cinema. Livello di conoscenza PC e Internet: medio/alto (ho lavorato per sette anni come grafico e impaginatore su Macintosh). Il mio indirizzo e-mail è rizzi62@libero.it. Altre annotazioni: sono sposato con Alessandra, abbiamo una bambina di quattro anni e mezzo che si chiama Patricia e che mi ha strappato la promessa di portarla alla prossima "Stramilanina", ma ancora non ho avuto il coraggio di dire agli altri della squadra che l'anno prossimo probabilmente non correrò con loro. Come hai conosciuto Drs Italia: Ricordo un articolo di Julia Jones su un vecchio numero di "Correre"; quando abbiamo installato Internet a scuola ho voluto vedere di cosa si trattasse e poi mi sono iscritto. Nome della propria società: Pgs Running Fenegrò, altrimenti nota come Raindogs (c'è tutta una storia dietro, se qualcuno vuole conoscerla me lo faccia sapere). Hai partecipato a maratone? Ancora no. Giorni/ore di allenamento settimanali: Mi alleno di solito tre volte alla settimana, a volte quattro, con orari variabili e sempre dipendenti dagli orari scolastici e dalle compatibilità con gli orari di mia moglie e di mia figlia. Cerco di fare almeno un lavoro di qualità alla settimana (medio, ripetute, salite o corto veloce) e per il resto mi accontento dei lenti. Questo quando non corro con gli altri della squadra, che vanno come delle lepri, il che significa che per me ogni corsa diventa come minimo un medio. Da quanto corri con costanza? Ho iniziato nel 1986 e ho corso abbastanza regolarmente fino al 1991, ma sempre senza gare. Correvo in modo molto naif con un amico e al massimo facevamo qualche non competitiva cronometrandoci da soli e arrivando intorno ai 40 minuti sui 10 km. Poi, a causa di un paio di interventi chirurgici, ho praticamente smesso per un paio d'anni. Ho ripreso regolarmente solo nel 1994 per poi smettere nuovamente nel 1996, quando con mia moglie ci siamo trasferiti in Camerun per un anno e mezzo per lavorare come volontari per un organismo non governativo. Là non ho quasi mai corso, soprattutto a causa del caldo umido che tagliava le gambe. Sono rientrato in Italia nell'aprile 1998 e da allora corro regolarmente. Racconta la tua prima corsa: Devo proprio? Un giro di 4,5 km intorno a casa mia, salvo che il tratto più lungo percorso interamente di corsa è stato di 400 metri, imprecando e chiedendomi chi me l'avesse fatto fare. Ricordo che avevo un paio di Superga e che dopo un paio di settimane, sempre con le Superga, ho completato il giro.